Da Profili zero risposte, ma noi siamo pazienti e domandiamo di nuovo

Il MoVimento 5 Stelle intende replicare alla nota ufficiale dell’Assessore Profili pubblicata, nonostante il contenuto prettamente politico e non istituzionale, sul portale del Comune di Spoleto, in merito al concorso per il Dirigente del Servizio Economico-Finanziario e Risorse Umane.

Anche questa volta invitiamo l’Assessore a rimanere nel merito della nostra richiesta e a fornire risposte chiare, puntuali e precise a tutta la cittadinanza rispetto ai quesiti posti dal MoVimento 5 stelle, nel rispetto dei principi di imparzialità e trasparenza ai quali un’amministrazione deve obbligatoriamente rispondere. Ricordiamo che siamo già alla terza richiesta; alle precedenti Profili ha preferito eludere le domande e giocare sulle parole grazie al linguaggio smaliziato tipico del “politico navigato” quale è. Ma noi siamo pazienti e domandiamo di nuovo.

1) L’assessore parla della sussistenza della “capacità assunzionale” ma, al tempo stesso, non rileva che al momento di avvio della procedura di reclutamento tale capacità di fatto non c’era per la presenza in organico del dott. Angelo Cerquiglini (seppur in comando presso la Regione). Cosa risponde a questa domanda?

2) L’assessore dice che “non si vogliono fare nomine last minute”. Eppure l’intera procedura di assunzione è costellata da anomalie mirate a ridurne i tempi di completamento (basti vedere la sovrapposizione tra la procedura di mobilità e quella concorsuale in violazione di quanto previsto dal Dlgs 165/2001). Oltretutto la forte restrizione riferita ai titoli sia per il bando di mobilità sia per quello concorsuale sui requisiti di accesso, ha escluso molte valide professionalità interne o esterne all’ente. La richiesta esclusiva della laurea in Economia e Commercio (e perché no in Giurisprudenza?) è del tutto incoerente e incompatibile con alcune funzioni oggetto di selezione come quella dei servizi informatici e di responsabile per la transizione al digitale ex. art. 17 del Dlgs 82/2005 e s.m.i (Codice dell’Amministrazione digitale). Peraltro non si capisce la ragione per cui questa Amministrazione voglia vincolare il Sindaco che verrà eletta a giugno lasciandogli in eredità un ulteriore Dirigente a tempo indeterminato e quindi privandolo del proprio diritto di effettuare tutte le preventive e dovute valutazioni prima di procedere alla riorganizzazione del settore dirigenziale. E’ così o no?

3) l’Assessore dice che “non si utilizzano altre graduatorie ancora vigenti” in quanto “si riferiscono a profili professionali tutti diversi da quello che si ricerca attualmente per il posto di Dirigente del Servizio Finanziario e Risorse Umane”. Davvero strano dato che il concorso espletato per il 2010 per le funzioni economico-finanziaria e sviluppo prevedeva, per l’accesso, il possesso del medesimo titolo di studio (“Economia e commercio”) oltre alla laurea in Scienze Politiche. Quindi già nel 2010 si sono selezionati profili professionali analoghi a quelli a cui si consente la partecipazione alla nuova procedura concorsuale. Risulta incomprensibile tale veto visto che sebbene nel nuovo bando, come già rilevato al punto 2, la tipologia di lauree richiesta avrebbe dovuto essere ampliata, ciò non è avvenuto. Diciamo una inesattezza?

4) Profili dice infine che “l’assunzione tramite procedura ordinaria non produrrà maggiori costi in termini di spesa per il personale rispetto ai costi attualmente sostenuti”. Peccato che li produrrà, eccome, la procedura concorsuale ben già onerosa rispetto allo scorrimento della graduatoria esistente! Questo perché l’espletamento di un concorso richiede ovviamente tempo nonché l’impiego di risorse umane interne (o esterne?) e finanziarie (costi di gettone per eventuali membri esterni, costi per le pubblicazioni, ecc.) non banali che l’Ente potrebbe benissimo evitarsi. Così facendo eviterebbe anche il rischio di possibili contenziosi già verificatosi con l’assunzione del Dottor Gori e che attualmente appare più che concreto viste le varie anomalie di procedura già evidenziate in precedenza dal Movimento stesso.

Insomma tante domande (le stesse già espresse nel nostro primo comunicato del 29 marzo) ma zero risposte concrete. Attendiamo ancora una volta risposte chiare dall’Amministrazione.

Autore: Spoleto a 5 Stelle

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie per il corretto funzionamento, continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi