M5S presenta due interrogazioni su Italmatch Chemicals

01/06/2017 di Spoleto a 5 Stelle Nessun commento »

Quali informazioni vengono date alla popolazione di Spoleto?

In questi giorni abbiamo mostrato con un video girato nei pressi della Italmatch-Chemicals di Spoleto, nella zona della Stazione Ferroviaria, come i cittadini presenti siano effettivamente poco informati sulle modalità di gestione dell’emergenza in caso di incidente rilevante nell’azienda. Cittadini intervistati, non solo residenti, alcuni dei quali, con una sorta di mea-culpa, dichiarano che faranno di più per conoscere la vicenda anche se questa attività non spetta a loro.

La Direttiva Seveso, infatti, impone che sia il Comune il soggetto responsabile delle comunicazioni informative alla popolazione. Per questo motivo abbiamo presentato due interrogazioni, una allo stesso Comune di Spoleto ed un’altra al Ministro dei Trasporti.

Con il primo atto chiediamo alla Giunta Comunale l’elenco completo delle attività informative svolte dal Comune di Spoleto nei riguardi della popolazione. Con la seconda interrogazione abbiamo invece predisposto due richieste al Ministro dei Trasporti:
1) l’elenco completo delle eventuali sostanze pericolose trasportate nella tratta ferroviaria Orte-Falconara; stiamo parlando quindi di treni merci con sostanze pericolose che eventualmente si troverebbero a passare in transito, o in sosta, nella stazione ferroviaria di Spoleto, che ricordiamo è confinante con lo stabilimento Italmatch.
2) quali informazioni sulla questione vengono fornite ai passeggeri e al personale viaggiante dei treni in transito sempre nella stazione ferroviaria di Spoleto.

Ricordiamo che esistono delle procedure e delle istruzioni di sicurezza da osservare in caso di incidente rilevante nell’azienda Italmatch-Chemicals, informazioni che il Comune deve mettere periodicamente a disposizione dei cittadini che si trovino nelle aree individuate come sensibili a fronte appunto di un incidente industriale. Ora, è evidente che queste informazioni dovrebbero essere fornite anche a tutti i passeggeri che salgono o scendono dai treni in stazione e sopratutto anche a prescindere dalla provenienza e nazionalità.

Tutti punti che necessitano estrema chiarezza, in attesa di sviluppi futuri.

Elisa Bassetti
Stefano Lucidi

Lascia un Commento

Questo sito utilizza i cookie per il corretto funzionamento, continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi