LAVORO – NUOVI “LAVORI VERDI”

Collegati alle altre 4 “stelle” e cioè a fonti energia ecologica, prodotti biologici, turismo e nuove forme mobilità e trasporti – misure anti-crisi (Comune promotore con Provincia e Regione di aiuti per mutui, co-gestione e investimenti partecipati) – no fuga cervelli spoletini – sicurezza sul lavoro.

NUOVI LAVORI VERDI

Proposta di incentivi e promozione pratica di nuovi posti di lavoro “verdi” collegati allo sviluppo di energie alternative, ai settori ecologici, a nuovi stili di mobilità e trasporti, alle filiere biologiche locali, e soprattutto al turismo.
Possibilità di sostituzione del meccanismo di sgravi fiscali (su cui si basano i programmi nuovi “lavori verdi” in importanti Paesi del mondo, es. USA) con incentivi da parte del Comune di altro genere, collegati alla gestione del territorio (come facilitazioni urbanistiche o di servizi, facilitazioni burocratiche), ma anche con aiuti e sconti per tasse e tariffe comunali etc.
Fare un servizio di promozione e assistenza tecnica per l’avvio di nuovi lavori verdi.
Importante: vedere richiami e collegamenti con le altre “stelle”, nelle parti dedicate a

1) gestione del territorio

2) energia

3) impronta ecologica e rifiuti

4) turismo

5) mobilita’e nuovi stili di vita

Rendere Spoleto CITTÀ LABORATORIO

ESEMPIO in Italia per tali prospettive di sviluppo dei lavori verdi.

MISURE ANTI–CRISI “FAI DA TE”

da parte degli Enti Locali, innovative e concrete, vista la totale assenza del governo. Il 20% dell’Irpef rimanga a disposizione del territorio. Misure da parte di Regione e Provincia, promosse dal Comune: soccorso dei cassintegrati e aziende in crisi con fondi di riserva, in collaborazione con Banche etiche, per coprire o bloccare rate mutui.

NO LICENZIAMENTI in AZIENDE IN CRISI – SI AGLI INVESTIMENTI PARTECIPATI

Metodo giapponese, adottato dalla Toyota fin dagli anni 70: con la crisi non chiudere, ristrutturare (teoria dei muda in tempo di crisi, base del lean thinking). Nelle aziende il cui destino non è di chiudere, ma solo di rallentare la produzione (vedi caso IRIS) il Comune con le Banche devono farsi promotori di investimenti, attraverso fondi finalizzati, per garantire la ristrutturazione degli impianti produttivi con progetti finalizzati, anche con la CO-GESTIONE da parte degli stessi lavoratori delle aziende in crisi. Esempio: revisione delle linee produttive, formazione sulla sicurezza, risparmio energetico di cui sopra.
La ristrutturazione deve poter sfruttare il lavoro di parte degli operai-tecnici-impiegati ecc. destinati alla cassa integrazione.
Si garantisce reddito a famiglie e aziende che potrebbero divenire morose nei confronti dello stesso Comune, si prevengono gli infortuni e le invalidità che gravano sul destino dei cittadini e sulle casse comunali, si investe per il rilancio di un’attività economica.

BANDI, APPALTI E CONSULENZE AD AZIENDE

Inserimento nei capitolati di gara per appalti di opere e servizi di titoli di merito nei casi in cui i soggetti candidati posseggano sistemi di gestione certificati, secondo le normative: ISO 9001 (Qualità) – ISO 14001/EMAS (Ambiente) – OHSAS 18001 (Sicurezza Lavoro) – SA 8000 (Etica d’impresa).
(l’etica d’impresa è riferita anche al trattamento dei propri dipendenti quindi entra anche nel merito del rispetto delle garanzie sindacali e del rispetto della
tutela della dignità del lavoratore)

PROMOZIONE DEL CONCETTO DI MICRO-CREDITO per sostenere piccole aziende artigiane e piccole realtà locali.

PROMOZIONE DEL CONCETTO DI SICUREZZA SUL LAVORO; AZIONE DI SENSIBILIZZAZIONE SU IMPRENDITORI E FORZA LAVORO (vedi anche infra: in 5. Nuovi stili di vita: Sanità)

NO FUGA “CERVELLI” SPOLETINI: Incentivi a tutti i ragazzi che sono ‘emigrati’ per tornare in città con progetti di sviluppo imprenditoriali promossi da loro, appoggiati dal Comune e dai progetti europei.
Agevolazioni fiscali per i giovani che vogliono avviare attività commerciali, artigianali e imprenditoriali nel centro storico.
Oltre ai progetti europei che finanziano l’apertura di attività da parte di giovani imprenditori (come il FESR), esistono progetti europei all’interno del LLP (“lifelong learning programme” – programma per l’apprendimento permanente) che si occupano della mobilità di tutti i lavoratori e della riqualificazione di lavoratori non più giovani che per varie ragioni sono costretti o spinti a cambiare professione (in un periodo di licenziamenti e casse integrazioni questo è molto importante).
LLP = Il suo obiettivo generale è contribuire, attraverso l’apprendimento permanente, allo sviluppo della Comunità quale società avanzata basata sulla conoscenza, con uno sviluppo economico sostenibile, nuovi e migliori posti di lavoro e una maggiore coesione sociale, garantendo nel contempo una valida tutela dell’ambiente per le generazioni future.
Comeinus = è parte del LLP specialmente dedicato alla mobilità studentesca delle scuole medie inferiori e superiori
Leonardo = è parte del LLP e si rivolge a coloro che vogliono intraprendere esperienze lavorative all’estero
(v. anche sez. Turismo)

Questo sito utilizza i cookie per il corretto funzionamento, continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi